Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

RIABILITAZIONE IN ETA' EVOLUTIVA - nuovo ordinamento (D.M.270/04)

Oggetto:

Years of growth Rahabilitation

Oggetto:

Anno accademico 2022/2023

Codice attività didattica
MED2956
Docenti
Prof. Ugo Ramenghi (Responsabile del Corso Integrato)
Gabriella Elena Naretto (Titolare dell'insegnamento)
Dott.ssa Federica Ricci (Titolare dell'insegnamento)
Paola Imazio (Titolare dell'insegnamento)
Corso di studio
[f007-c306] laurea i^ liv. in fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di fisioterapista) - a torino
Anno
3° anno
Periodo
Da definire
Tipologia
Di base
Crediti/Valenza
5
SSD attività didattica
MED/34 - medicina fisica e riabilitativa
MED/38 - pediatria generale e specialistica
MED/39 - neuropsichiatria infantile
MED/48 - scienze infermieristiche e tecniche neuro-psic. e riab.
Erogazione
Tradizionale
Lingua
Italiano
Frequenza
Obbligatoria
Tipologia esame
Scritto ed orale
Propedeutico a
Prova finale
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

Al termine del corso gli studenti dovranno essere in grado di applicare conoscenza e comprensione facendo riferimento ai principali modelli di interpretazione dello sviluppo del bambino, la sua variabilità e la patologia, gli obiettivi raggiungibili tramite la riabilitazione.

Gli obiettivi formativi: conoscenze teoriche della fisiologia e della patologia in pediatria generale e specialistica, sottolineando in particolare le differenze tra la realtà dell’adulto e quella del bambino. Particolare riguardo alle patologie nelle quali il fisioterapista possa svolgere un ruolo attivo.


At the end of the course the students will have to be able to apply knowledge and understanding, referring to the main models of interpretation of the child's development, its variability and pathology, the reachable objectives through rehabilitation.
The training objectives: theoretical knowledge of physiology and pathology in general and specialist pediatrics, emphasizing in particular the differences between the reality of adults and that of the child. Particular about the pathologies in which the physiotherapist can play an active role.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE

  • Acquisione da parte degli studenti degli strumenti utili alla valutazione de  bambino con paralisi celebrale infantile alla sua presa in carico, alla realizzazione del programma riabilitativo ed alla  verifica dell'attuazione degli obiettivi prefissati.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE

  • Capacità di analisi e di osservazione delle principali patologie neuropsicomotorie in età evolutiva.

KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING
• Acquisition by the students of the tools useful for the evaluation of the child with infantile cerebral palsy on its taking charge, the realization of the rehabilitation program and the verification of the implementation of the objectives set.

APPLYING KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING

• Ability to analyze and observe the main neuropsychomotor pathologies in developmental age.

 

Oggetto:

Programma

MEDICINA FISICA RIABILITATIVA IX

 

Parte   generale

  • Introduzione al Corso.
  • Sviluppo del bambino sano.
  • Esame neuromotorio sec. Milani-Comparetti.
  • Il bambino neurologico : definizione dei bisogni sanitari, riabilitativi e assistenziali.
  • Problematiche riabilitative in funzione della incidenza e prevalenza per età e tipologie di lesione.  
  • La presa in carico longitudinale della disabilità neurologica.
  • Dei concetti di Menomazione - disabilità - handicap alla classificazione ICF nella patologie neurologiche in età evolutiva.
  • I principi di valutazione - trattamento - verifica.
  • La definizione di progetto e programma riabilitativo.
  • Il setting riabilitativo in età evolutiva : il ruolo del bambino, dei genitori, del fisioterapista e dei sanitari; il luogo di terapia; gli obiettivi della terapia; gli strumenti di terapia; la durata della terapia; le agenzie esterne ed il loro ruolo.
  • L'evoluzione dei principi del trattamento neuro riabilitativo in età evolutiva. I  "metodi" in riabilitazione neurologica: i principi, i punti di forza, la criticità. Confronto fra alcune proposte in neuroriabilitazione: secondo Vojta, secondo Bobath, secondo Perfetti.
  • Il superamento del metodo e la centralità dei bisogni del paziente: la proposta di A. Ferrari.
  • Il ruolo di ausili ed ortesi nel programma riabilitativo: principi generali.
  • Il ruolo del giocattolo e del gioco nell'esercizio terapeutico.
  • Principi di Metodologia in riabilitazione in età evolutiva. La verifica del percorso riabilitativo. I concetti di efficacia , di efficienza , di equità, di qualità ed appropriatezza in patologia neurologica. Il percorso integrato per il bambino con disabilità neurologica in una visione interdisciplinare ed interprofessionale.

 

Parte   speciale

Applicazione , attraverso attiva interazione con gli studenti , delle conoscenze sviluppate  nei corsi di base      e degli strumenti di valutazione - trattamento - verifica proposti nella parte generale del Corso nelle disabilità neurologiche in età evolutiva di maggiore riscontro clinico:

  • Il Bambino tetraplegico: definizione - classificazione - programma riabilitativo- ruolo degli ausili.
  • Il Bambino diplegico: definizione - classificazione - programma riabilitativo- ruolo degli ausili.
  • Il Bambino emiplegico: definizione - classificazione - programma riabilitativo- ruolo degli ausili. Attuali orientamenti in valutazione e trattamento del bambino neurologico :      Analisi del cammino - tossina botulinica - pompa al Baclofen - chirurgia funzionale - bendaggi funzionale

Basi dello sviluppo fisiologico del bambino.

Principali approcci valutativi del bambino normale e patologico.

Specifici setting riabilitativi.

Analisi delle forme di paralisi infantili.

 

SCIENZE FISIOTERAPICHE XII  

  • La Riabilitazione in età evolutiva
  • il concetto di evoluzione e di sviluppo sistemico del bambino
  • l’intervento mirato al recupero delle potenzialità come specificità professionale del Terapista.
  • scheda di valutazione sulla individuazione delle potenzialità.
  • Cenni sull’approccio neurocognitivo e sistemico in Riab. dell’età evolutiva:
  • Gli ausili intesi come tecnologia per il recupero della disabilità., La tecnologia Informatica come strumento di Riabilitazione e non solo di compenso.
  • Le operazioni chirurgiche e la tutorizzazione

 

PEDIATRIA GENERALE E SPECIALISTICA

  • Fasi dello sviluppo
  • Puericultura neonatale
  • Sviluppo delle acquisizioni neuropsicomotorie
  • Nutrizione in età pediatrica ( allattamento, svezzamento, alimentazione dopo il 1° anno di vita)
  • Vaccinazioni
  • Principali malattie esantematiche
  • Pertosse
  • Parotite
  • Patologie da maldigestione (fibrosi cistica, deficit di lattasi)
  • Patologie da malassorbimento (celiachia)
  • Enteriti
  • Pneumologia pediatrica (bronchiolite, bronchite asmatica)
  • Il bambino con dolore articolare (malattia reumatica, artrite reumatoide)
  • Ematologia pediatrica ( anemie carenziali, anemie emolitiche, talassemie)
  • Disvitaminosi (rachitismo, tetania)
  • Malattie cromosomiche (S. di Down, S. di Turwer)
  • Nefrologia pediatrica (infezioni vie urinarie, Glomerulonefriti)

 

NEUROPSICHIATRIA INFANTILE 

La prevenzione e la diagnosi in gravidanza e postnatale. I fattori di rischio prenatale, perinatale e postnatale. Le malformazioni del Sistema Nervoso Centrale con particolare riguardo a idrocefalo e  spina bifida. Cervelletto e sue funzioni. Infezioni in gravidanza e postnatali: meningiti, encefaliti. La sindrome ipossico-ischemico-emorragica. Le paralisi cerebrali infantili. L’epilessia (eziopatogenesi, classificazione, s di West, piccolo male, grande male, ep. benigna con parossismi rolandici, stato di male epilettico). Le convulsioni febbrili. Distrofie muscolari. Atrofie muscolari spinali. Il ritardo mentale. Autismo e disturbi pervasivi dello sviluppo. La disprassia evolutiva. I disturbi specifici di apprendimento (dist. di lettura, scrittura, calcolo). Legge 5/12/1992 N° 104 per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate

REHABILITATION PHYSICAL MEDICINE IX

General part
• Introduction to the Course.
• Development of healthy child.
• Neuromotor examination sec. Milani-Comparetti.
• The neurological child: definition of health, rehabilitation and assistance needs.
• Rehabilitative problems according to the incidence and prevalence of age and types of lesions.
• The longitudinal acceptance of neurological disability.
• The concepts of impairment - disability - handicap to the ICF classification in neurological diseases in developmental age.
• Evaluation - treatment - verification principles.
• Definition of project and rehabilitation program.
• The rehabilitative setting during the developmental age: the role of the child, parents, physiotherapist and health workers; the place of therapy; the goals of therapy; the therapy tools; the duration of the therapy; external agencies and their role.
• The evolution of the principles of neuro rehabilitation treatment in the developmental age. The "methods" in neurological rehabilitation: the principles, the strengths, the criticality. Comparison between some proposals in neurorehabilitation: according to Vojta, according to Bobath, according to Perfetti.
• The overcoming of the method and the centrality of the patient's needs: the proposal by A. Ferrari.
• The role of aids and orthoses in the rehabilitation program: general principles.
• The role of toy and play in therapeutic exercise.
• Principles of Methodology in Developmental Rehabilitation. The verification of the rehabilitation path. The concepts of effectiveness, efficiency, fairness, quality and appropriateness in neurological pathology. The integrated path for the child with neurological disability in an interdisciplinary and interprofessional vision.

Special part
Application, through active interaction with students, of the knowledge developed in the basic courses and assessment tools - treatment - verification proposed in the general part of the Course in neurological disabilities in the developmental age of greater clinical response:
• The tetraplegic child: definition - classification - rehabilitative program - role of the aids.
• Diplegic Child: definition - classification - rehabilitative program - role of the aids.
• The hemiplegic child: definition - classification - rehabilitative program - role of the aids. Current guidelines in evaluation and treatment of the neurological child: Pathway analysis - botulinum toxin - Baclofen pump - functional surgery - functional bandages
Basis of the physiological development of the child.
Main evaluative approaches of the normal and pathological child.
Specific rehabilitative settings.
Analysis of the forms of infant paralysis.

PHYSIOTHERAPIC SCIENCES XII
• Rehabilitation in the developmental age
• the concept of evolution and systemic development of the child
• the intervention aimed at the recovery of the potential as a professional specificity of the therapist.
• evaluation form on identifying potentials.
• Overview of the neurocognitive and systemic approach in Riab. of the evolutionary age:
• Aids intended as a technology for the recovery of disability., IT technology as a tool for rehabilitation and not just compensation.
• Surgical operations and tutoring

GENERAL AND SPECIALIST PEDIATRICS
• Stages of development
• Neonatal child care
• Development of neuropsychomotor acquisitions
• Nutrition in pediatric age (lactation, weaning, feeding after the 1st year of life)
• Vaccinations
• Major exanthematic diseases
• Pertussis
• Mumps
• Maldigestion disorders (cystic fibrosis, lactase deficiency)
• Malabsorption diseases (celiac disease)
• Enteritis
• Pediatric pneumology (bronchiolitis, asthmatic bronchitis)
• The child with joint pain (rheumatic disease, rheumatoid arthritis)
• Pediatric haematology (defective anemias, hemolytic anemias, thalassemia)
• Disvitaminosis (rickets, tetany)
• Chromosomal diseases (S. di Down, S. di Turwer)
• Pediatric nephrology (urinary tract infections, Glomerulonephritis)

INFANTILE NEUROPSYCHIATRY
Prevention and diagnosis in pregnancy and postnatal. Prenatal, perinatal and postnatal risk factors. The malformations of the Central Nervous System with particular regard to hydrocephalus and spina bifida. Cerebellum and its functions. Infections in pregnancy and postnatal: meningitis, encephalitis. Hypoxic-ischemic-hemorrhagic syndrome. Infantile cerebral palsy. Epilepsy (etiopathogenesis, classification, s of West, small evil, great evil, benign epithet with rolandic paroxysms, epileptic status of evil). Febrile convulsions. Muscular dystrophies. Spinal muscular atrophy. The mental retardation. Autism and pervasive developmental disorders. Evolutionary dyspraxia. Specific learning disorders (reading, writing, calculation distances). Law 5/12/1992 No. 104 for assistance, social integration and people's rights

Oggetto:

Modalità di insegnamento

A seconda dell'emergenza Coronavirus: lezioni frontali con possibilità di interazione continua con gli studenti, con il supporto di slide e filmati tratti da i principali testi, se possible, altrimenti lezioni in modalità telematica o mista (totale 60 ore - 24 ore per Medicina Fisica e Riabilitativa IX, 12 ore per Neuropsichiatria Infantile, 12 ore per Scienze Fisioterapiche XII, 12 ore per Pediatria Generale e Specialistica).

A richiesta sono previsti momenti anche individuali per approfondimenti su aspetti oggetto di programma o altri argomenti inerenti la materia di studio.

Depending on the Coronavirus emergency: frontal lessons with the possibility of continuous
interaction with students, with support of videos and slides, taken from main texts, if
possible, otherwise, lessons in telematic or mixed mode (total amount of 60 hours - 24
hours for Medicine Physics and Rehabilitation XI, 12 hours for Child Neuropsichiatry,
12 hours for Phisioterapy Sciences XII, 12 hours for General and Specialized Pediatrics).

 
Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento


La prova finale consiste in un test a scelta multipla con domande relative a tutti i moduli che compongono l'insegnamento.
Per ogni modulo sono previste domande chiuse a risposta multipla e aperte ciascuna con un punteggio espresso in trentesimi. Il punteggio assegnato ad ogni domanda viene comunicato prima dell'espletamento della prova.
La valutazione finale del profitto è il risultato della media dei voti in trentesimi conseguiti per i singoli moduli, ponderata in base ai CFU di ciascuno di essi.


The final exam consists of a multiple choice test with questions related to all the modules that make up the teaching.
For each module there are multiple-choice questions closed and each one open with a score expressed in thirtieths. The score assigned to each question is communicated before the test is completed.
The final evaluation of the profit is the result of the average of the thirty-plus marks obtained for the individual modules, weighted according to the CFU of each of them.

Oggetto:

Attività di supporto

Specifico tirocinio nell'area di competenza del modulo.

Visione e discussione di materiale videoregistrato.

All'interno di alcuni moduli sono inoltre previste delle ore di esercitazione in piccoli gruppi con il collaboratore alla didattica.


Specific internship in the area covered by the module.
Vision and discussion of videotaped material.
Within some modules there are also hours of exercise in small groups with the teaching assistant.

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

  1. Ferrari. Paralisi cerebrali infantili. Ed. Del Cerro
  2. Ferrari - G. Cioni. Proposte riabilitative nelle P.C.I. Ed. Del Cerro
  3. Bottos. Paralisi cerebrali infantili. Ed. Piccin
  4. Ferrari - G. Cioni. Le forme spastiche della paralisi cerebrale infantile. Ed. Springer

AMBROSINI C., DA PANFILIS C., WILLE A.M. (1999) La psicomotricità, Milano, Xenia

- BASSI B., SIRAVEGNA D., RIGARDETTO R. (2002) I disturbi minori del movimento: la disprassia evolutiva. Giornale di Neuropsichiatria Età Evolutiva, 22:325-347.

- SABBADINI G., SABBADINI L. (1996)., Guida alla riabilitazione neuropsicologica in età evolutiva, Milano, Franco AngelI

- SIRAVEGNA D., GLIOZZI G. (2001) L'utilizzo di un protocollo di valutazione psicomotoria nei disturbi minori del movimento, Rivista di Psicomotricità  8:21-27

- WILLE A.M., AMBROSINI C. (2005), Manuale di Terapia Psicomotoria dell'Età Evolutiva. Cuzzolin, Napoli

-  WILLE A.M. (1995) Un bambino di poche parole Marrapese, Milano

A. Ferrari. Infant cerebral palsy. Ed. Del Cerro
A. Ferrari - G. Cioni. Rehabilitation proposals in P.C.I. Ed. Del Cerro
M. Bottos. Infant cerebral palsy. Ed. Piccin
A. Ferrari - G. Cioni. Spastic forms of infantile cerebral palsy. Ed. Springer

AMBROSINI C., FROM PANFILIS C., WILLE A.M. (1999) Psychomotricity, Milan, Xenia

- BASSI B., SIRAVEGNA D., RIGARDETTO R. (2002) Minor disorders of movement: developmental dyspraxia. Journal of Neuropsychiatry Evolutionary Age, 22: 325-347.

- SABBADINI G., SABBADINI L. (1996). Guide to neuropsychological rehabilitation in developmental age, Milan, Franco AngelI

- SIRAVEGNA D., GLIOZZI G. (2001) The use of a protocol of psychomotor evaluation in minor disorders of movement, Review of Psychomotricity 8: 21-27

- WILLE A.M., AMBROSINI C. (2005), Manual of Psychomotor Therapy of the Evolutive Age. Cuzzolin, Naples

- WILLE A.M. (1995) A child of few words Marrapese, Milan



Oggetto:

Moduli didattici

Registrazione
  • Chiusa
    Apertura registrazione
    01/03/2020 alle ore 00:00
    Chiusura registrazione
    31/12/2022 alle ore 23:55
    Oggetto:
    Ultimo aggiornamento: 06/10/2022 12:05
    Non cliccare qui!